Ho bisogno ai aiuto e di consigli

 

6 novembre 2001

 Cari amici,

innanzitutto mi presento. Sono un prete ordinato da alcuni anni e mi trovo in una grande confusione. Ne ho parlato con il mio padre spirituale e a giorni ne parlerò con il mio vescovo.

Penso che sia necessario prendermi un lungo periodo di "sano distacco" dall'ambiente "clericale" magari andando a vivere in una casetta che potrei utilizzare.

Mi rivolgo a voi -anche se non sono un prete sposato- ma per chiedervi chiarimenti su come poter uscire nel modo meno traumatico possibile dall'esercizio del ministero.

In pratica se saluto tutti e me ne vado quali conseguenze avrò? In concreto cosa significa imbarcarsi in una causa di nullità dell'ordinazione o dalla dispensa del celibato e dalla recita del breviario?

Spero di ricevere una risposta e vi chiedo di pregare anche per me.

Grazie

d.A.

 

Chi volesse comunicare con l autore della richiesta può farlo attraverso il sito di vocatio: vocatio@ticino.com